Codice europeo contro il Cancro

Il progetto è del 2016 e si propone di diffondere il Codice europeo a tutti i professionisti che si occupano di prevenzione a diverso titolo.

La Rete Oncologica Piemontese ed il Centro di Riferimento per l’Epidemiologia e la Prevenzione Oncologica in Piemonte (CPO Piemonte) hanno chiesto la collaborazione agli Ordini dei Farmacisti piemontesi ed a Federfarma Piemonte nel coinvolgere i farmacisti nella Rete per la Prevenzione.

Tutti i soggetti sanitari che intercettano la popolazione a rischio (mancata responsabilizzazione nella prevenzione, scarsa aderenza alle terapie) dovrebbero farsi parte diligente nell’insegnare, assistere e facilitare le azioni che servono ad aumentare consapevolezza preventiva e adempienza alla terapia.

 La farmacia può giocare un ruolo chiave in questa funzione, se adeguatamente integrata nei processi di prevenzione, diagnosi e cura di responsabilità medica e degli altri livelli di assistenza, soprattutto considerato che si tratta del presidio sanitario a più bassa soglia di accesso e con il più frequente numero di contatti con le persone, come è stato sostenuto dai ricercatori che hanno elaborato i modelli di farmacia di comunità nel mondo.

La partecipazione alla Rete è stata ufficializzata il 1°dicembre 2017 durante  un’apposita conferenza stampa, mentre il progetto vero e proprio potrà essere avviato nel 2018.

Per le farmacie ed i farmacisti è prevista una collaborazione attiva nei mesi di marzo ed ottobre, periodi in cui molti degli altri partner organizzano sul territorio manifestazioni specifiche.

Tutti i partner si impegneranno a condividere, sostenere e diffondere un’informazione corretta, facile ed accessibile a tutti sui contenuti del Codice europeo contro il Cancro.

BUGIARDINO_TM.def

Commenti chiusi